Crea sito
Loading

Loading...

La pagina è in caricamento


IL PRESUPPOSTO IVA



I contribuenti titolari di partita IVA sono obbligati alla liquidazione periodica dell'IVA.

 

La liquidazione periodica consiste nella determinazione della posizione debitoria o creditoria ai fini IVA relativamente ad un determinato periodo di tempo.

Esistono tre condizioni che devono essere rispettate perché un'operazione sia assoggettata ad IVA:

  • presupposto oggettivo: deve trattarsi di una cessione di beni o di una prestazione di servizi;
  • presupposto soggettivo: le operazioni devono essere effettuate nell'esercizio di imprese, arti o professioni. La conseguenza di tale norma è, ad esempio, la non assoggettabilità ad IVA delle vendite effettuate da privati;
  • presupposto territoriale: le operazioni devono essere effettuate all'interno dello Stato.

Le operazioni si considerano eseguite e conseguentemente l'imposta deve essere applicata nel seguente momento (cosiddetto momento impositivo):

  • per le cessioni di immobili, quando viene stipulato l'atto o al più tardi al verificarsi del trasferimento della proprietà o del diritto reale;
  • per le cessioni dei beni mobili, quando avviene la consegna o la spedizione del bene, o al più tardi quando si verifica l'effetto traslativo del diritto di proprietà;
  • per i servizi, all'atto del pagamento;
  • in ogni caso il pagamento anticipato rispetto ai momenti appena descritti comporta che l'operazione si considera già effettuata al momento del pagamento in relazione all'importo pagato;
  • si considerano effettuate, a prescindere da quanto indicato, le operazioni per cui è stata emessa la fattura.