Crea sito
Loading

Loading...

La pagina è in caricamento


I CONTI





La contabilità generale è costituita dalle scritture complesse che consentono, durante l'esercizio,di rilevare i movimenti finanziari provocati dalla gestione (debiti,crediti, disponibilità liquide) e, alla fine del periodo amministrativo di determinare il risultato economico e il patrimonio di funzionamento.

Per tenere la contabilità generale, l'azienda DEVE dapprima disporre il piano dei conti, deve cioè decidere il grado di analisi delle informazioni che deve ottenere,stabilendo a quali oggetti ritiene opportuno intestare i conti per rilevarne le variazioni.

Ogni azienda ha un proprio piano dei conti, caratterizzato dalla sua struttura, all'attività svolta, dalle informazioni che si vuol evidenziare nella contabilità. Nel piano dei conti ogni conto viene indicato con un codice che ne facilita la classificazione.

Il piano dei conti è costituito:

  • dall'elenco dei conti che tra loro collegati formano il sistema delle scritture complesse detto elenco prende il nome di quadro dei conti

  • dalle note illustrative (precisazioni dei valori che entrano nei singoli conti e delle regole e procedure di funzionamento delle varie classi di conti).

I conti elencati nel piano dei conti vengono indicati, oltre che con la loro denominazione, anche con un codice che facilita i collegamenti tra le scritture cronologiche (giornale) e sistematiche (mastro).

Nell'aziende con contabilità automatizzata la codifica dei conti assume particolare importanza in quanto in tastiera si indicano i conti da addebitare o accreditare non attraverso i loro nomi alfabetici, ma attraverso i codici.

La numerazione dei conti deve essere studiata in modo da consistere l'inserimento di nuovi conti nel sistema senza il bisogno di cambiare i codici attribuiti ai conti preesistenti.