Crea sito
Loading

Loading...

La pagina è in caricamento


LA CLASSIFICAZIONE DEI CONTI





Il Conto, come spiegato nella pagina dedicata al conto, è uno strumento che accogli in esso tutte le movimentazioni (sia in aumento che in diminuzione) dei fatti di gestione che avvengono all'interno dell'azienda.

I conti si classificano in:

  • - conti a quantità (fisiche e a valori)

    CHIUDI
    I conti rilevano delle quantità. Tali quantità possono essere quantità fisiche(esempio grammo, metro, litro, etc.) o quantità monetarie(valori).
    Funzionano a quantità fisiche i conti accesi alle merci. Essi hanno lo scopo di rilevare le entrate, le uscite e la giacenza del prodotto trattato.
    I conti funzionano a valori quando hanno per oggetto un insieme di elementi in modo da formare un insieme di conti. in tal caso lo strumento di misura con il quale si valutano le unità fisiche si chiama MONETA DI CONTO. Essa viene espressa dalla valuta che è in circolazione sul territorio in quel momento.

  • - conti analitici e conti sintetici

    CHIUDI
    I conti analitici sono accesi a una sola voce, non ulteriormente scomponibili.

    I conti sintetici sono accese ad un oggetto che risulta da una somma algebrica tra più conti analitici

  • - conti descrittivi e conti sinottici

    CHIUDI
    I conti descrittivi indicano la data, la descrizione, dell’operazione riguardante l’oggetto del conto, portando anche i riferimenti alle scritture contabili che li hanno movimentati.
    I conti sinottici danno scarse informazioni sul fatto originale che ha causato la movimentazione del conto stesso.

  • - conti a una sezione

    CHIUDI
    Il prospetto del conto a una sezione ha una sola colonna per accogliere le quantità oggetto del conto (oltre a quelle previste per la data, il codice del conto, la descrizione ed eventuali descrizioni); per conoscere l’entità del conto, dopo ogni movimento si deve eseguire il saldo. Con questo metodo, il conto, assume graficamente una forma a "Gradini" che si chiama "SCALARE".

  • - conti a due sezioni

    CHIUDI
    Il prospetto del conto a due sezioni ha due colonne per accogliere le quantità (oltre a quelle previste per la data, il codice del conto, la descrizione ed eventuali descrizioni) . Per avere il saldo di un conto rappresentato sotto forma di conto a due sezioni si effettua prima la somma della colonna dare , dodo di che si fa la somma della colonna avere. Alla fine si effettua la differenza tra i due risultati appena trovati.
    il conto a due sezioni può essere a sezioni accostate e a sezioni divise

  • - conti unilaterali e conti bilaterali

    CHIUDI
    I primi accolgono in essi un'unica serie di moviementi dell'oggetto del conto (per esempio Merci C/acqiusti):normalmente tutti i conti che confluiscono nel conto economico sono conti unilaterali
    I conti bilaterali accolgono moviemnti auemntatiti e movimenti diminutivi relativi allo stesso soggetto.Tali movimenti sono tra loro di segno opposto cioè sono antiteci